E’ la storia di Paolina Pezzaglia Greco, grande attrice vissuta tra il 1889 e il 1925, di tutti coloro che hanno fatto parte della sua vita e delle epoche che attraversò: belle epoque, grande guerra, fascismo

sabato 10 dicembre 2011

4 - RIPRENDENDO DALL'INIZIO: PRIMA DI PAOLINA



È il 1855.

Siamo in piena epoca risorgimentale, e a Modena 
nascono due gemelli. Uno dei due è un bambino sgraziato, diverso,
segnato dalla sorte,
che viene subito catalogato come "gibboso".
Insomma, gobbo: si chiamò Gerolamo.



Nello stesso anno a Parigi si tiene la Grande Esposizione Universale,
mentre in Italia nasce Giovanni Pascoli, che gobbo non è ma i suoi problemini li avrà ugualmente.
Gerolamo Pezzaglia, futuro padre di Paolina, si fece coraggio, e dopo un inizio come barbiere insieme a suo fratello Angelo, intraprese,
malgrado la deformità, la carriera teatrale. Angelo divenne attore, e lui cantante lirico, o almeno ci provò.
Era un buon baritono, e appena diciottenne fu anche Figaro nel "Barbiere di Siviglia", come si apprende da un elenco artistico del 1873 tratto da "Cronologia dei teatri di Modena":


  Ma non aveva il fisico, e le parti per lui, come le sue forze, erano purtroppo limitate.
Così dovette desistere.
Restò ugualmente nel mondo del teatro, però, come parrucchiere specializzato in parrucche e barbe finte di scena.
Il suo atelier a Milano, sua città adottiva,
 si trovava accanto al teatro Fossati,
al 15 di Corso Garibaldi, ed era frequentatissimo dai migliori attori e cantanti che si esibivano nella città meneghina.


Gerolamo e Angelo Pezzaglia, gemelli diversi.
Giuseppe Garibaldi (vedi foto in testa) si era presto guadagnato corsi, vie, viali e piazze dopo le sue eroiche imprese culminate nella 
fin troppo celebrata Spedizione dei Mille (1860),
propedeutica all'Unità d'Italia.

Gerolamo a quei tempi era ancora piccolo,
e quindicenne quando
Carabinieri e Bersaglieri irruppero dalla 
Breccia di Porta Pia a Roma (1870).
Forse non gliene arrivarono neppure gli echi nella sua infanzia e adolescenza di gobbetto.
E chissà quante umiliazioni dovette subire per il suo stato...
Ma reagì sempre e, uomo, si fece un nome stimato in tutta Milano.

Si legge sul suo ornato biglietto da visita:



Insomma, servizio completo!


Per continuare la lettura clicca il link qui sotto
 http://pezzagliagreco.blogspot.com/2011/12/5-nasce-paolina.html