E’ la storia di Paolina Pezzaglia Greco, grande attrice vissuta tra il 1889 e il 1925, di tutti coloro che hanno fatto parte della sua vita e delle epoche che attraversò: belle epoque, grande guerra, fascismo

sabato 10 dicembre 2011

29 - Appendice 4: LA FALSA MORTE DI PAOLINA


Un'omonimia mortale.

I giornali hanno non di rado diramato false notizie riguardanti
la presunta morte di questo o quel personaggio.

Ecco, è quasi quello che è successo a Paolina.
Quasi, perché non si trattò di una falsa notizia, ma più semplicemente di una ingannevole pseudo-omonimia che poteva indurre a credere quel che non era.

Partiamo da una cartolina postale fittamente scritta da 
Antonio Greco,
 e indirizzata alla futura suocera Adelinda.
Uno dei pochissimi scritti che restano di lui.



Vi si legge:


Torino, 5 agosto 1907.

Egregia Signora,
prima di tutto è mio dovere ringraziarla della sua lettera e per il disturbo che si è presa per me.
Sono appena rimesso dalla terribile emozione che provai quando lessi sul "Piccolo Faust" la notizia della morte di Paolina... Se lo immagina lo spavento!...
Ora l'amo più che mai e i miei desiderano di conoscere la mia futura moglie e la sua cara mamma.

Il testo continua con vari altri argomenti, e termina con un
involontariamente comico: 
Qui si muore dal caldo!
Altro tipo di morte virtuale...


In realtà Il Piccolo Faust riportò sì la notizia di una morte, ma quella di tale Paolina Pazzaglia
nel seguente necrologio pubblicato il 31 luglio 1907, pochi giorni prima dello scritto accorato di 
Antonio Greco.












Effettivamente il colpo d'occhio dev'essere stato terribile per il povero Antonio: le prime tre righe sono fulminanti per uno che è fidanzato con 
Paolina Pezzaglia
E la "a" al posto della "e" era errore abituale, 
poteva starci. 
Ma l'estensore del necrologio, pensando forse alla nostra Paolina, che era già parecchio conosciuta, aveva di suo peggiorato la situazione aggiungendo una "a" finale al cognome della defunta, che in realtà si chiamava, come abbiamo ulteriormente appurato, Paolina Pazzagli.
Tutto cospirava contro Antonio, che, continuando a leggere, apprese pure che la sua fidanzata aveva... 
un marito.
Poi avrà letto meglio, capito, ripreso fiato, ma il colpo per lui fu certamente forte, devastante, tanto che nella lettera succitata dice di essersi appena rimesso (dopo 5 giorni) dall'emozione causatagli da quella notizia.

Nota bibliografica:

IL PICCOLO FAUST
Periodico fantastico, artistico, teatrale edito a Bologna e a Milano.
Esordì nel 1874 e si spinse fino agli albori degli Anni Trenta del Novecento.


Il Piccolo Faust ci ha fornito, 
oltre a questa non notizia, tante vere e utili notizie su 
Paolina, Antonio e Angiolone
Una miniera d'oro per il nostro Archivio.